Restoring Justice

Share

Si avvicina la conclusione del progetto “QALAUMA: UN MODELLO ALTERNATIVO DI RIABILITAZIONE SOCIALE E PREVENZIONE PER I MINORI IN CONFLITTO CON LA LEGGE IN BOLIVIA” e l’avvio del nuovo progetto approvato e finanziato dal MAECI “Restoring Justice: attivando modelli innovativi in materia di giustizia penale minorile e prevenzione della delinquenza giovanile per la diffusione della cultura riparativa in Bolivia”, promosso da ProgettoMondo MLAL e di cui CVCS è partner.

Le condizioni attuali

L’iniziativa intende affrontare il problema dei minori in conflitto con la legge, costretti a subire la precarietà di funzionamento del sistema di giustizia boliviano ove la maggior parte dei minori e giovani reclusi è in attesa di sentenza (92%) in condizione di detenzione preventiva. Questa condizione dura spesso mesi e anni prima che il giovane acceda a regolare processo. Nelle carceri esiste una condizione di sovraffollamento strutturale (295%) che colpisce anche i minori. Del totale dei giovani detenuti, 1387 sono rinchiusi in carceri per adulti in attesa di una revisione del proprio caso secondo le disposizioni del nuovo codice, in una situazione di palese lesione dei propri diritti. In materia di sicurezza cittadina e prevenzione le problematiche attengono: (a) Approccio essenzialmente “repressivo”, basato su politiche di cosiddetta mano dura[1] dimostratesi strumenti di deterrenza fallimentari come testimoniano i trend relativi agli indici di criminalità (b) Le autorità preposte mancano della cultura istituzionale, degli strumenti metodologici e del know how tecnico per implementare adeguatamente le misure previste dal nuovo CNNA, in particolare in relazione alle politiche di prevenzione.

L’Obiettivo Generale

L’Obiettivo Generale è contribuire alla promozione e protezione dei diritti delle bambine, bambini, adolescenti boliviani in situazione di conflitto con la legge e alla diffusione di meccanismi di responsabilizzazione sociale in materia di prevenzione del crimine e sicurezza cittadina”.

L’Obiettivo Specifico

L’Obiettivo Specifico è quindi di favorire l’implementazione del nuovo Codice Niños, Niñas y Adolescentes (NNA) in materia di giustizia penale minorile e prevenzione, favorendo dinamiche di collaborazione interistituzionale, il rafforzamento della società civile organizzata e la diffusione della cultura riparativa in Bolivia”. Affinché ciò sia possibile si prevede che vengano: R.1 Attivati ed adottati servizi e programmi interistituzionali pilota con approccio riparativo per giovani in situazione di conflitto con la legge e vittime di reato in ottemperanza alla normativa vigente; R.2 Consolidate le conoscenze, competenze e capacità esecutive degli operatori sociali e di giustizia del sistema penale minorile; R.3 Sperimentati programmi di prevenzione della conflittualità sociale e sicurezza pubblica con approccio riparativo a partire dal coinvolgimento attivo delle istituzioni, la società civile organizzata e le comunità.
[1] Basate su un inasprimento delle pene, tipificazione di nuovi delitti, largo ricorso alla detenzione preventiva

Share