Progetto “Cittadini del mondo”

Share

ll progetto “Cittadini del mondo”, è finanziato dalla Regione FVG (Bando progetti speciali) ed è realizzato in collaborazione con Istituto Comprensivo Livio Verni di Fogliano Redipuglia, Istituto Comprensivo Ulderico Della Torre di Gradisca d’Isonzo, Istituto Comprensivo Ezio Giacich di Monfalcone, Istituto Comprensivo Ivan Trinko di Gorizia.

Il progetto è finalizzato a promuovere contesti innovativi di apprendimento per un’educazione alla cittadinanza attiva.

Obiettivi specifici

  1. Fornire competenze per l’esercizio attivo del diritto/dovere di cittadinanza, a cominciare da azioni individuali praticabili nel quotidiano.
  2. Promuovere l’intercultura come modalità di approccio alla diversità e alla gestione dei conflitti, al fine di favorire l’integrazione e la costruzione di relazioni interpersonali positive.
  3. Favorire l’emersione di competenze trasversali, spendibili nella positiva partecipazione alla vita sociale ed utili per un impegno efficace a favore del bene comune.
 Le attività previste
  1. Laboratori teorico – pratici di educazione allo sviluppo e alla mondialità da svolgere nelle classi sui seguenti temi: squilibri nell’accesso alle risorse del pianeta, consumo critico e responsabile, sostenibilità ambientale, migrazioni, gestione dei conflitti.
  2. Laboratori teatrali per coinvolgere gli studenti nella costruzione e rappresentazione di brevi performance sulle medesime tematiche.
  3. Laboratori finalizzati all’utilizzo creativo delle possibilità offerte dai media per la trasmissione di conoscenze e l’educazione tra pari.
  4. Workshop rivolti a docenti e genitori sull’approccio interculturale alla diversità e la gestione di conflitti per la costruzione di relazioni positive tra pari.

I materiali raccolti in questi mesi per approfondimenti nelle classi, sarà a disposizione degli insegnanti nell’area riservata, previa iscrizione: http://www.cvcs.it/area-riservata/

Share

Servizio Civile con il CVCS (Italia e Estero)

Share

26/05/2017: è uscito il bando ordinario per il Servizio Civile! Qui il link.
Avete tempo fino al 26 giugno 2017.

Hai tra i 18 e i 29 anni? Vuoi fare nuove esperienze e conoscere nuove realtà e nuove persone? Il Servizio Civile è quello che fa per te!

Cos’è il Servizio Civile?

Il Servizio Civile ti permette di fare un’esperienza formativa di crescita civica e di partecipazione sociale, operando all’interno di progetti di solidarietà, cooperazione e assistenza. Puoi entrare in contatto con diverse realtà, tra cui quelle di volontariato, avendo così l’opportunità di acquisire competenze trasversali, spendibili poi nel mercato del lavoro (lavoro in team, problem solving).

Qual è il compenso mensile?

Il guadagno mensile netto è di 433,80€. In caso di Servizio Civile Estero, oltre al compenso fisso mensile, è prevista un’indennità di 15,00€ per ogni giorno di servizio svolto all’estero.

Bandi 2017

Sono state pubblicate sul sito della FOCSIV le schede progetto Italia ed Estero per l’anno 2017. Qui potete trovare i progetti Italia, qui i progetti estero.

A questo link trovate i progetti di Servizio Civile Italia e Estero del CVCS.

Attenzione

Per motivi non prevedibili durante la fase di progettazione si è verificato un cambiamento rispetto alle condizioni descritte nel testo di progetto: il settore e le attività “sicurezza alimentare” sono attualmente sospesi.

CVCS cerca pertanto due volontari da inserire nel settore Tutela infanzia e adolescenza.

 

 

Sito del Servizio Civile Nazionale: http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/servizio-civile-nazionale/cosa-e-il-scn/

Share

Cinemigrante 2017 – “Enclave”

Share

L’11 maggio riprende la rassegna Cinemigrante, un’iniziativa volta a valorizzare le molteplici specificità culturali e a favorire relazioni pacifiche e costruttive tra gruppi di provenienza diversa presenti sul nostro territorio.

Il primo appuntamento è dedicato al Kosovo, con il film “Enclave” (di Goran Radovanović, 2016, Germania-Serbia, durata: 92’).

Trama

La comunità serba rimasta a vivere in Kosovo vive in piccole comunità isolate, considerate zone franche. Limitati in uno spazio molto ristretto, i serbi vivono in condizioni terribili e, quando qualcuno muore, deve essere trasportato nel cimitero che sorge in territorio nemico. La morte di un ottantenne porta il nipote di dieci anni a tentare l’impossibile per portare pace tra le comunità serba e albanese.

(fonte: http://www.filmtv.it/film/80422/enclave/)

Qui potete trovare il trailer sottotitolato in italiano.

La serata

La serata inizierà alle 18 presso la Mediateca “Ugo Casiraghi” di Gorizia con un incontro introduttivo sul tema del Kosovo. Simone Orsolini, operatore dell’accoglienza di migranti richiedenti protezione internazionale e Vice Presidente CVCS intervisterà Mina, originaria del Kosovo e da qualche anno residente a Gorizia. A seguire, alle 19, la Bottega Equomondo di Gorizia, offrirà un aperitivo equo e solidale arricchito da cibi tipici del Kosovo. Alle 20 è prevista la proiezione del film presso la sala 3 del Kinemax di Gorizia.

L’entrata è libera e gratuita.

Cinemigrante è organizzato da CVCS – Centro Volontari Cooperazione allo Sviluppo e dalla Caritas Diocesana di Gorizia. In collaborazione con la Bottega Equomondo, Kinemax Gorizia, Transmedia, Mediateca “Ugo Casiraghi” di Gorizia e l’Associazione Palazzo del Cinema. Con il contributo finanziario dell’8×1000 della Chiesa Cattolica.

Vi aspettiamo numerosi!

 

Share

Cioccolato di Modica QUETZAL

Share

(http://www.laputiasicilia.it/wp-content/uploads/2015/02/cioccolato-di-modica-Quetzal-BIO-vegan-3.jpg)

Oggi vi vogliamo parlare di cioccolato, in particolar modo del cioccolato di Modica (Ragusa) prodotto dalla cooperativa QUETZAL.

Questa cooperativa opera dal 1995 per produrre cioccolato artigianalmente, seguendo varie e originali ricette, utilizzando esclusivamente cacao di alta qualità proveniente dalla filiera del commercio equo e solidale e coltivato in regime di agricoltura biologica. Al cacao, la cooperativa aggiunge altri preziosi ingredienti biologici tipici della Sicilia tra cui: caffè, pistacchio, peperoncino, cristalli di sale marino, e cannella.

La tradizione vuole che questo cioccolato fondente sia meno raffinato e più granuloso di quello che tutti noi conosciamo poiché viene lavorato rigorosamente a freddo: lo zucchero di canna non si scioglie e conferisce a questa tavoletta una texture autentica e inconfondibile.

La cioccolata Quetzal la potete trovare nella nostra Bottega Equomondo a Gorizia (Largo XXVII Marzo). Vi aspettiamo dal lunedì al sabato tutte le mattine dalle 9:30 alle 12:30 e tutti i pomeriggi dalle 16:00 alle 19:00!

Share

Ue: maggiori controlli sui minerali insanguinati

Share

(immagine da: http://magis.gesuiti.it/europa-approvato-regolamento-sui-minerali-insanguinati/)

Un voto molto importante

A marzo è stato approvato un regolamento UE che obbliga tutti gli importatori europei di stagno, tungsteno, tantalio e oro a verificare a rispettare le norme della due diligence. Inoltre, i produttori e venditori dell’Unione Europea saranno tenuti a divulgare le fonti di approvvigionamento. Il testo entrerà in vigore nel 2021. In questi quattro anni gli importatori avranno il tempo di adeguare la loro struttura commerciale alle direttive derivanti da questa normativa. Gli importatori più grandi saranno inoltre obbligati a indicare come intendono monitorare le loro fonti per assicurare il rispetto delle norme. Gli importatori più piccoli invece, come dentisti e gioiellieri (il 5% delle importazioni), saranno esentati da questi obblighi. Di contro, le grandi imprese entreranno anche a far parte di un registro UE.

La clausola di revisione

Nota interessante: è prevista anche una clausola che prevede la revisione costante, da parte della Commissione Europea, dell’efficacia della legge sia dal punto di vista dell’impatto sul territorio, sia di rispetto delle norme da parte delle imprese europee.

Cosa si intende per minerali insanguinati (o di conflitto)?

I minerali insanguinati, elencati sopra, sono quei minerali provenienti da zone povere del pianeta e colpite da duri conflitti. Stagno, tantalio, tungsteno e oro sono utilizzati nella produzione di dispositivi tecnologici, nell’industria automobilistica, dell’elettronica, ecc. Nei Paesi ricchi di minerali le entrate provenienti dalle risorse estratte non fanno altro che alimentare le sanguinose rivolte armate. Il nuovo regolamento sarà applicato anche in paesi come la Repubblica democratica del Congo e le regioni dei grandi Laghi, gli esempi maggiormente (e tristemente) conosciuti per i cosiddetti “minerali insanguinati”.

 

#conflictminerals

Per saperne di più

L’Europa bandisce definitivamente i minerali insanguinati

 

Share